PRIMULA

La primula più comune è sicuramente quella che conosciamo tutti: piccoli cuscinetti di petali giallo pallido con la tipica forma a cuore. In realtà la grande famiglia delle primule si divide il circa 500 specie, che possono crescere da qualche centimetro fino ad un metro di altezza, dei colori più vivaci e disparati. In Italia le specie spontanee più conosciute si dividono in Primula Veris, conosciuta anche come primula odorosa, tipica del paesaggio alpino in fine inverno, Primula Volgaris, diffusissima nei boschi di Alpi e Prealpi, chiamata anche occhio di civetta e infine la Primula Farinosa, con le tipiche tinte dal rosa al rosso, anch’essa comune alla zona alpina.

PRIMULA

In quanto fiore appartenente al sottobosco, la primula ama i terreni ricchi di humus e concimati a dovere, prediligendo gli ambienti umidi ma soffrono dei ristagni d’acqua. Se si vuole piantare la primula in giardino, occorre posizionare la piantina in un punto fresco e possibilmente lontano dalla luce diretta del sole, la primula può tollerare il sole sono nelle ore mattutine. Se invece vogliamo decorare e rendere più accogliente l’interno della casa con le primule, è necessario posizionare il vaso lontano da correnti d’aria, in una zona fresca ma sufficientemente illuminata. Quando inesorabile arriverà il momento di sfioritura delle nostre piantine, sarà sufficiente tagliarle con una forbice e riporre il vaso in una zona a temperatura fresca costante e l’anno successivo vi sarà la rifioritura.


Accetto

Usiamo i cookies per migliorare la tua esperienza su questo sito. Clicca "accetto" sul pulsante a fianco per continuare.